Archivi tag: storia di Puglia

La tradizione in Puglia

Le tradizioni della Puglia affondano le radici in un passato molto remoto, ed in un territorio dove per millenni si sono succedute diverse popolazioni, ognuna lasciando parte del suo patrimonio culturale e religioso, assorbiti ed assimilati dalla popolazione locale. Misto di sacro e pagano contraddistingue alcune antiche usanze, come la pizzica ed il ballo delle tarantolate, ed anche certi aspetti delle processioni sacre dedicate ai santi ed alla madonna rivelano tradizioni molto antiche, come i cortei dei fedeli incappucciati che avvengono nella Settimana Santa di Pasqua in molte località.

Il carnevale

Il carnevale

Di altrettanto antica tradizione i falò, chiamati focare a Novoli, che si accendono alla fine dell’anno trascorso e nei primi mesi di gennaio, oppure il Carnevale, che a Gallipoli passa per le via della città con i pittoreschi carri allegorici. Suggestive la danza delle tarantate che si svolge tutti gli anni il 29 Giugno, presso il Santuario di S. Paolo a Galatina, la Notte di San Rocco dove si assiste alle sfrenate danze della pizzica ed alla altrettanto antica e tradizionale “danza delle spade” a Torre Paduli, a Ferragosto, la processione della Madonna dell’Altomare ad Otranto e quella della Madonna di Santa Maria di Leuca.

Riserve e parchi marini in Puglia

Tra le attrazioni che il visitatore ed il turista trovano quando si recano in vacanza in Puglia di particolare interesse sono le aree protette e le riserve naturali presenti su tutto il territorio. Tra le tante presenti sul territorio pugliese ricordiamo, nella provincia di Bari il Parco nazionale dell’Alta Murgia, suggestivo panorama di gole e canyon come quello di Gravina, o le impressionanti doline carsiche della zona di Altamura. In provincia di Brindisi troviamo il Parco regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo ed il Parco Regionale Salina di Punta della Contessa. Sul mare l a preziosa Riserva Marina di Torre Guaceto importante tratto costiero dove i fondali sono prottti per conservarne intatta bellezza e fascino.

Il Parco Nazionale del Gargano, comprende l’intera promontorio del Gargano, ed al suo interno presenta ampie areee di indubbio interesse, tra le quali spicca la Foresta Umbra, un bosco di grandi dimensioni costituito perlopiù di faggi.

Campagna pugliese

Campagna pugliese

Nella provincia di Lecce si trova il Parco Naturale Regionale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, una bella distesa di pinete e alcune interessanti formazioni carsiche, le doline.

La Riserva Marina delle Isole Tremiti è un area di mare protetta in cui vivono centinaia di specie di alghe, molluschi, crostacei e pesci.

Ricette in Puglia

Tra le tante attrattive che offre la Puglia ai visitatori ed ai turisti da non trascurare è l’enorme patrimonio di ricette e di piatti tipici della regione.

Sulle tavole pugliesi trionfa la pasta fatta in casa, di grano duro, lavorata in centinaia di forme originali: orecchiette e cavatelli, strascinati e tagliolini, trie, troccoli e minchiareddi, che vengono servite condite con saporiti sughi di carne o accompagnati da prelibate verdure stufate. Sono celebri le orecchiette con cime di rapa, vero e proprio vanto della cucina pugliese o le zucchine ripiene.

Rossi frutti di Puglia

Rossi frutti di Puglia

Anche il pesce vanta tantissime ricette, le più note e conosciute anche fuori dai confini regionali sono la tiedda alla barese, il polipo in pignata, le alici marinate cotte solo dal succo del limone e lo scapece, marinatura a base di aceto per condire i pesci fritti.

Tra le carni sono saporite le interiora di agnello, avvolte nelle budella ed arrostite: i “gnomeriddi” come vengono chiamati a Bari. Di particolare gusto il coniglio in umido con le olive.

Tra i dolci indimenticabili le zeppole di San Giuseppe, i mustacciuoli ed i poccedduzzi.

Grotte e caverne in Puglia

In Puglia, il sostrato geologico è costituito per la maggior parte di roccia calcarea, particolarmente sensibile ai fenomeni di erosione di acqua e vento.

Nel corso dei millenni tale intenso lavorio degli elementi ha creato fantastiche grotte che costellano tutto il territorio pugliese, le profonde doline da cui sgorgano impetuosi torrenti sotterranei dal percorso sconosciuto, e le gole scavate dai torrenti in superficie, le gravine.

Le grotte a Santa Maria di Leuca

Le grotte a Santa Maria di Leuca

Un paesaggio di incredibile fascino e suggestione, che chi si reca in vacanza in Puglia non può mancare di visitare.

Sulla costa salentina, le più suggestive grotte si trovano verso Capo Leuca: la Grotta Zinzulusa, chiamata così dalla forma tutta particolare delle sue stalattiti, che pendono dall’alto come migliaia di stracci, gli “zinzuli” come vengono chiamati nel dialetto locale e la Grotta delle Tre Porte, dal suggestivo triplice ingresso.

Verso Porto Badisco incontriamo la Grotta dei Cervi, famosa per via dei centinaia di dipinti rupestri che ricoprono volte e pareti.

Stupende le Grotte di Castellana, forse le più ampie e percorribili tra le grotte della Puglia, che riservano ai visitatori un fantastico panorama di stalattiti e stalagmiti multicolori.

Le torri costiere della Puglia

Tra le tante attrattive che caratterizzano la costa pugliese certamente le torri costiere medievali fanno la loro bella figura. Silenziose sentinelle del mare, erette quando la costa era flagellata dal pericolo dei saraceni, dei pirati e dei turchi, e la cui funzione era di avvistare da lontano le navi nemiche e di fornire una prima linea di difesa contro gli sbarchi, oggi fanno parte integrante del suggestivo panorama che si gode sui litorali della Puglia.

Torre costiera

Torre costiera

Molte sono diroccate e crollate, qualcuna è rimasta immersa per metà nell’acqua a causa dei profondi rivolgimenti geologici, altre si trovano in buono stato conservativo e riutilizzate per ospitare svariate attività, e dominano spiagge e cittadine. A pianta quadrata o circolare, dotate di merli difensivi o spoglie di ogni ornamento si estendono soprattutto nel Salento dove ne sono presenti ancora circa un’ottantina. Ma non mancano anche sul litorali di Brindisi e di Bari e nella costa del Promontorio del Gargano.

Torre Vado

Tra le belle località del Salento da visitare troviamo la marina di Torre Vado, una bella cittadina dominata da una delle tante torri medievali che caratterizzano il litorale del Salento.

Piccola ed incantevole, a Torre Vado si trova una marina suggestiva ed un moderno porticciolo dove ancora si possono ammirare le barche dei pescatori che approdano al mattino con il loro prezioso carico di pesce appena pescato e tanti piacevoli stabilimenti balneari.

Torre Vado
Confinante con il litorale di Torre Vado si apre una delle più estese spiagge di tutta la costa pugliese, Pescoluse, ribattezzata “Maldive del Salento”, per la stupenda bellezza di queste distese di sabbia fine e dorata che si estendono per chilometri, e che non hanno niente da invidiare alle più conosciute località tropicali.

A sud di Torre Vado cominciano le alte scogliere che caratterizzano il litorale fino alla bella cittadina di Santa Maria di Leuca.

Interessante anche l’entroterra con le sue distese di uliveti e vigneti, da cui si ricavano olio extravergine e vini che sono tra i più rinomati prodotti del Salento.

Puglia e turismo

E’ solo da pochi anni che l’industria turistica si è accorta di quanto fosse affascinante e bella la Puglia nei suoi molteplici aspetti. Una bella e lunghissima linea costiera, ricca di ogni genere di panorama adatto ad

foto spiaggia puglia

foto spiaggia puglia

una moltitudine di visitatori dalle differenti esigenze, dalle famiglie con bambini che cercano un luogo adatto per i piccoli bagnanti, dolci e lunghe spiagge di sabbia fine, bianca o dorata, e fondali bassi, agli appassionati delle scogliere da cui tuffarsi nel profondo mare blu, magari con maschera e pinne per ammirare i magnifici fondali ricchi di fauna marina. Città d’arte di inusitata bellezza, dove splendono le movimentate volute del famoso barocco pugliese, e chiese romaniche testimonianza di una religiosità diffusa sul territorio che si esprime nelle bellissime processioni patronali e nelle feste paesane. Una cucina locale che è un sogno per i buongustai, per la genuinità dei prodotti locali e la bontà dell’olio extravergine e dei vini bianchi, rossi e rosati che allietano la tavola con il loro gusto caratteristico.

Non che in passato la Puglia non fosse meta di turisti, tutt’altro, alcune località infatti erano già nell’800 meta di molti visitatori, ma la maggior parte della costa è stata scoperta dal turismo di massa in epoca relativamente recente. Ed è proprio questo uno dei punti di forza delle potenzialità ricettive e di accoglienza del territorio pugliese. La freschezza di certe località, relativamente incontaminate, ed in cui il proliferare di aree protette e riserve naturali ne garantisce la salvaguardia da un’eccessiva urbanizzazione e speculazione selvaggia, è uno dei tratti salienti che la regione può proporre a chi vi si reca in visita.

Se la costa rappresenta un connubio ideale di magnifici borghi medievali, ricchi di castelli, torri, cattedrali e chiese suggestive e stupendi lungomare anche l’entroterra non è da meno per bellezza e fascino. Immense distese di uliveti caratterizzano l’aspro territorio, punteggiato dalle belle ed originali costruzioni contadine, le pajare nel Salento e i trulli nel barese, con le loro forme pittoresche. Profonde gole che si aprono improvvisamente tra le colline, ed in cui trionfa una vegetazione rigogliosa che cerca con fatica l’acqua delle decine di torrenti che scorrono silenziosi e misteriosi nel sottosuolo.

La Puglia è anche rinomata per la profusione della macchia mediterranea e delle pinete, per la Foresta

costa di Puglia

costa di Puglia

Umbra, per le paludi dove centinaia di specie di uccelli migratori affascinano i naturalisti e per le grotte, Castellana, Zinzulusa, Dei Cervi, Dei Giganti, per citarne solo alcune tra le centinaia esistenti.

Accanto al turismo classico negli ultimi anni si sono sviluppate altre modalità di essere turisti, e la Puglia in questo senso si è particolarmente attivata proprio per valorizzare, al di là della bellezza del mare e della costa anche le sue altre magnifiche risorse. Dal turismo ecologico con i suoi percorsi in bicicletta al turismo culturale, dal turismo termale al turismo enogastronomico la scelta è diventata sempre più variegata e ricca, dando la possibilità a chi voglia conoscere questa incantevole terra di scoprirne tutte le sfaccettature e gli aspetti.

Salento

Il Salento è uno splendido territorio in cui si fondono cultura e storia, suggestivi paesaggi, incontaminati oppure sapientemente ed elegantemente lavorati dall’uomo. Una terra da visitare, in cui concedersi una lunga vacanza, per godere della bellezza delle opere dell’uomo e della natura.

Costa salentina

Costa salentina

Posto all’estremo sud-est del “tacco” dello stivale italiano, il Salento si trova tra i due mari, l’Adriatico e lo Ionio. Il territorio carsico è caratterizzato dai piccoli paesi arroccati sulle scogliere, dai villaggi dell’entroterra immersi tra uliveti e vigneti, dalle eleganti cittadine che hanno conosciuto momenti di alto splendore e raffinatezza e momenti di estrema difficoltà, che hanno segnato il carattere degli abitanti, rendendoli pazienti e tenaci, fieri ed ospitali. Tra le rovine dei templi romani e greci, o sulle torri in pietra ed i castelli protesi sul mare, nei lunghi litorali salentini, costituiti di lunghe spiagge di sabbia bianchissima o dorata, o di alte scogliere, turisti e visitatori trovano di che soddisfare la loro voglia di vacanze indimenticabili.

Gargano

Il Gargano è l’unica area montagnosa presente in Puglia il cui territorio, costituito di roccia calcarea si estende per oltre 70 chilometri all’interno del mare Adriatico.

Panorama in Puglia

Panorama in Puglia

Il Gargano è l’ideale per chi cerca un luogo in cui trascorrere una splendida vacanza per le ricche e variegate attrattive che offre. La costa è particolarmente nota e visitata per le sue grotte e caverne, Paglicci, la grotta di Montenero, e le tante che si aprono sulla scogliera tra Peschici e Mattinata.

Per gli amanti della natura è d’obbligo visitare la Foresta Umbra, un estensione boschiva prevalentemente costituita da faggi di più di 10.000 ettari, che costituisce circa il 10% del territorio garganico ed è inserita all’interno della Riserva Naturale Foresta Umbra.

Notevoli anche le località balneari, tra cui fiabesche spiagge, come la spiaggia di Mattinata, la spiaggia di Mattinella e la famosa Baia delle Zagare. Altrettanto famosa è la spiaggia di Pugnochiuso e, vicino a Vieste, Pizzomunno, celebre per il monolite che si erge in verticale sul lungomare.